Giovedì, 4 Settembre, 2014

Fecondazione eterologa - Le Regioni approvano le linee guida

La Conferenza delle Regioni ha approvato all'unanimità le linee guida sulla fecondazione eterologa. 

"Le Regioni hanno mandato un segnale politico forte al Parlamento, a cui rivolgo un appello accorato al Parlamento perché legiferi". Così il presidente della Conferenza delle Regioni Sergio Chiamparino.

"Abbiamo fatto ciò che in Italia non sempre avviene: abbiamo mantenuto gli impegni", prosegue Chiamparino. "Esprimo la mia gratitudine per il lavoro fatto dalla commissione. Con il ministro Lorenzin c'è stata una piena intesa ma è necessaria una legge: non c'è alcun ostacolo a farla, ne' di natura tecnica, ne' etica, ne' politica".

"Il Ministro ha condiviso le linee guida delle Regioni ed è del tutto d'accordo con noi a inserire la fecondazione eterologa nei Lea e a regolamentarla con un ticket che andrà definito sulla base dei costi. Ma per farlo serve una legge del Parlamento". Lo ha detto il presidente della Conferenza delle Regioni,  Sergio Chiamparino al termine dell'incontro con il Ministro della Salute, Beatrice Lorenzin a Roma.

Intanto all'ospedale di Careggi a Firenze sono cominciati i primi appuntamenti per le coppie che desiderano intraprendere la fecondazione eterologa.