Cosa succede a Roma
Sabato, 15 Novembre, 2014

Debutta a Roma la metro C, primo viaggio con guasto

Roma si sveglia con una nuova linea metropolitana. La terza, e dal nuovo colore verde. La metro C è in funzione da questa mattina all'alba. Un debutto non proprio fortunato visto che il primo treno si è fermato prima del capolinea. Un guasto tecnico unito ad un disguido del customer care. Mix che ha 'lasciato a piedi' per circa 11 minuti i primi viaggiatori. Sulle neonate metro della Capitale sembra ormai aleggiare una sorta di 'maledizione'. Anche la diramazione della linea blu, la B1 che collega piazza Bologna con Conca d'Oro, non ebbe momenti facili già dalla sua inaugurazione nel giugno del 2012: una serie di problemi tecnici la misero ko più di una volta. Ed oggi, seppur in misura più contenuta, stesso copione. Dai megafoni una voce ha avvisato "Corsa limitata. Cambio di destinazione" e il primo treno della nuova metro C, partito dalla stazione di Centocelle non è arrivato al capolinea con i passeggeri a bordo ma si è fermato quattro stazioni prima a causa di un inconveniente. 'Bloccato' alla fermata Due Leoni-Fontana Candida dove sono stati fatti scendere dai vagoni i primi viaggiatori. Dopo circa undici minuti gli unici 'sfortunati' passeggeri - visto che poi per tutto il suo primo giorno la metro C non ha registrato altri problemi - sono stati fatti salire su un altro treno con destinazione Pantano. "C'è stato un disguido nell'assistenza alla clientela che avrebbe dovuto consentire di risalire su quel treno che tranquillamente è arrivato al capolinea di Pantano - spiega l'assessore ai Trasporti di Roma Capitale Guido Improta - Il sistema driveless non comanda solo i treni ma anche i binari e stamattina in prossimità di una stazione un circuito di binario, ovvero una sezione, ha segnalato un'occupazione. Ovviamente il treno viene arrestato per motivi di sicurezza". Proprio quel software era stato uno dei 'nodi' al centro della mancata autorizzazione da parte della commissione collaudo del ministero dei trasporti, per l'11 ottobre. Ad inaugurare la nuova infrastruttura, che la Capitale aspetta da 7 anni tra inchieste, ritardi e all'ultimo un'apertura slittata di un mese, il sindaco di Roma Ignazio Marino. Un viaggio-sfilata con gli assessori della giunta che, per unirsi al primo cittadino, sono saliti, uno ogni fermata, sui nuovi treni 'driveless', senza conducente. "Il dislivello della banchina crea problemi per i disabili" fa subito notare il titolare della delega allo Sport Luca Pancalli mentre l'assessore Improta assicura che si è già al lavoro per risolvere questa criticità. "Per noi la metro C era una priorità" commenta il primo cittadino annunciando anche l'apertura delle stazioni Lodi e San Giovanni entro il 2015 - la linea arriverà fino a piazza Venezia per giungere poi ad Ottaviano, zona San Pietro. E poi il chirurgo dem sottolinea come la metro C sarà a prova di 'portoghesi': "I tornelli sono già programmati per poter funzionare anche all'uscita così come in Inghilterra. In questo modo si diminuisce fortemente la possibilità di frode, di salire senza biglietto".